Prev article
email share on facebook tweet this share on Google plus print
Next article

Il giorno dopo il 4 marzo: il mio resoconto di fine mandato

Una dura sconfitta per il PD: questo il significato inequivocabile delle elezioni di ieri.
Ci sarà modo e tempo per analizzarne le cause, ma adesso il compito di formare un governo spetta ai vincitori della competizione.
Al PD resta invece quello di esercitare una opposizione dura e tenace, fuori e dentro il Parlamento, e di ritessere un rapporto con i cittadini.
Con questo risultato non ce l’ho fatta a diventare Senatore nel collegio Toscana nord, dove ero in lista al quarto posto.
Ringrazio tutti i cittadini e i militanti che durante la campagna elettorale e nei tre anni e mezzo di parlamento mi sono stati vicino.
Ho cercato di dare il massimo, come è giusto, ricoprendo la carica più importante della mia vita politica.
Adesso bisogna rimboccarsi le maniche e non perdere la testa, la politica si può e si deve fare non solo dentro le istituzioni.
Auguro a tutti gli eletti del mio partito di fare un buon lavoro, potranno sempre contare su di me.
Nel concludere il mio impegno parlamentare sento il dovere, per chi lo vorrà, di lasciare una traccia per valutare il mio lavoro di questi anni.
Potete scaricare da questo link il mio resoconto di fine mandato:

http://docdro.id/AA0Zdol

Grazie ancora a tutti.